Catania è pronta al Giro d’Italia: partenza alle 12,15, passaggi da Vizzini, Licodia e Grammichele prima dell’arrivo a Caltagirone

A Caltagirone, il quartiertappa (per direzione, segreteria, giuria, accrediti e sala stampa) è fissato al museo regionale della Ceramica, nell'ex Convento Sant'Agostino in Via Serbatoio

Tre tappe siciliane del Giro d’Italia in programma da oggi fino al 10 maggio. Sono la Catania-Caltagirone con partenza dalla cornice del Teatro Greco Romano, la Agrigento-Santa Ninfa e la Caltanissetta-Etna con arrivo all’Osservatorio Astronomico. La prima tappa isolana del Giro, la Catania-Caltagirone per un totale di 198 km e la quarta complessiva prenderà il via oggi. Il percorso è caratterizzato da un continuo saliscendi con una serie di brevi salite che portano fino allo strappo finale di Caltagirone. Un vero e proprio muro di un chilometro, con pendenze tra l’8% e il 13%. Sarà quindi un test importante per i ciclisti che aspirano alla vittoria finale.

La partenza da Catania è fissata alle 12.15, mentre l’arrivo a Caltagirone è previsto tra le 17 e le 17.30, in base alla media oraria. La quarta tappa del Giro d’Italia verrà trasmessa in diretta tv dalle 12.50 su RaiSport e dalle 15 su Rai2. Diretta tv anche su Eurosport1 dalle 13 e diretta streaming su Rai Play ed Eurosport Player. Il foglio firma per i ciclisti è fissato al Teatro Romano di Catania, in via Vittorio Emanuele; l’open village in piazza Duomo, mentre il ritrovo della carovana in via Garibaldi.

L’appuntamento al villaggio di partenza alle 12.15, ci sarà una passerella in via Etnea per poi partire veramente, al chilometro zero della tappa, alle 12.25. I ciclisti toccheranno San Giovanni Galermo, in via Giovanni Battista strada provinciale 121; si passa da Misterbianco, in via Garibaldi, alle 12.40; quindi si torna in territorio del Comune di Catania, a San Giorgio, viale San Teodoro, tra le 12.46 e 12.48; si tocca Fontanarossa, strada provinciale 69i, alle 12.55; quindi bivio per Lentini dalla statale 194 alle 13.05. Nel Siracusano si toccherà Lentini; qui il gruppo passerà in piazza Duomo, via Verdi e via Matteotti tra le 13.25 e le 13.30 e successivamente si prosegue verso Carlentini e Sortino, in via Santa Margherita tra le 14 e le 14.10. Poi Ferla, Cassaro e si continua a salire verso i 765 metri di Monte Pavone, sulla provinciale 124. Da qui inizia la discesa: tra le 15 e le 15.20 si arriverà a Palazzolo Acreide, dove è posto anche il traguardo volante, utile per la classifica della maglia a punti. Poi toccata del gruppo in provincia di Ragusa a Giarratana e Monterosso Almo. Gli ultimi 55 chilometri si sviluppano di nuovo in provincia di Catania, a cominciare dal ponte per Vizzini sulla provinciale 194.

Tra le 16 e le 16.20 si tocca il paese di Vizzini, sede del secondo Gpm di giornata, sempre di quarta categoria, sulla provinciale 124. Successivamente si arriverà a Licodia e a Grammichele. Arrivo previsto nel territorio di Caltagirone tra le 16.50 e le 17.20, quindi transito nella Galleria Euclide e in piazza del Municipio (tra le 17 e le 17.25), fino alla linea del traguardo posta in via Torre dei Genovese. Arrivo previsto tra le 17 e le 17.30, sempre in base alla velocità tenuta durante la tappa. Gli ultimissimi chilometri saranno molto suggestivi e all’interno del circuito cittadino.

Ultimi mille metri tutti in salita, con pendenze impegnative: media dell’8,5 per cento, con punta massima del 13 per cento. A Caltagirone, il quartiertappa (per direzione, segreteria, giuria, accrediti e sala stampa) è fissato al museo regionale della Ceramica, nell’ex Convento Sant’Agostino in via Serbatoio (500 metri dopo l’arrivo), mentre l’open village rimarrà aperto dalle 13 alle 18 ai Giardini pubblici Giovanni Battista, circa mille metri dopo l’arrivo.

La seconda tappa in Sicilia, la quinta del Giro d’Italia 2018, è un omaggio per i territori colpiti dal terremoto del Belice di 50 anni fa: da Agrigento a Santa Ninfa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo