Accoltella il nipote per denaro: bengalese in manette ad Acireale. I Carabinieri arrivano in tempo per salvare la vittima

Trasportato d’urgenza all’ospedale di Acireale, dov’è tuttora ricoverato per ulteriori approfondimenti clinici, in prima istanza è stato riscontrato affetto da “trauma cranico con multiple ferite da taglio craniche e ferita da punta emitorace sx”

Lite finita nel sangue, ieri sera, in un appartamento di via San Martino ad Acireale. Lo zio, un commerciante bengalese classe 1972, ha iniziato a discutere animatamente con il nipote, connazionale disoccupato classe 1983, per questioni riguardanti il mensile da elargire al proprietario dell’abitazione dove convivono in affitto. Al rifiuto del nipote di mettere la propria parte di denaro, l’uomo ha preso un coltellaccio dalla cucina iniziando a sferrare dei fendenti in direzione della vittima ferendola alla testa e al torace. Una telefonata alla caserma di piazza Salvo D’Acquisto da parte dei vicini di casa ha consentito l’intervento di una pattuglia della locale stazione la quale, giunta sul posto, ha trovato aggressore e vittima in strada, dove quest’ultima era scappata per sfuggire alla furia del familiare.

I militari hanno immediatamente disarmato e ammanettato lo zio facendo poi giungere un’ambulanza del 118 per soccorrere il nipote ferito.

Trasportato d’urgenza all’ospedale di Acireale, dov’è tuttora ricoverato per ulteriori approfondimenti clinici, in prima istanza è stato riscontrato affetto da “trauma cranico con multiple ferite da taglio craniche e ferita da punta emitorace sx”.

L’arrestato, in attesa della direttissima, dove risponderà al giudice di lesioni personali aggravate, è stato trattenuto in camera di sicurezza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo