Catania, sit in delle associazioni a sostegno delle Ong al porto

Mentre sul molo di Mezzogiorno è iniziato lo sbarco di più di 900 migranti, le associazioni anti razziste fanno sentire la loro voce

“Rispettare il diritto del mare…”: è lo slogan con cui una decina di manifestanti al porto di Catania protestano pacificamente a sostegno delle Ong impegnate a salvare migliaia di persone nel Mediterraneo. Mentre sul molo di Mezzogiorno è iniziato lo sbarco di più di 900 migranti, le associazioni anti razziste fanno sentire la loro voce.

Al sit in partecipano i rappresentanti di Amnesty international, Emergency, Libera, Banca etica, ARCI, la Cgil, Cope, Pax Christi christi e la Comunità di Sant’Egidio. “Restiamo umani nonostante tutto. Non si può tollerare – ha detto Brunilde Zisa, rappresentante di Emergency – che si continui a lucrare non solo economicamente ma anche politicamente sulla pelle della povera gente. Non si possono adoperare certi toni, certe parole e non si possono fare alcune cose. L’arena politica è altro ma il braccio di ferro non si fa sulla povera gente abbandonata in mezzo al mare ai quali viene negato l’attracco come fossero cani rognosi. Noi siamo l’Italia, siamo altro…”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo