Catania, blitz antidroga dei Carabinieri: oltre 6 chili di cocaina nascosti nell’armadio delle bimbe. Donna in manette

La droga avrebbe fruttato al dettaglio una cifra superiore al mezzo milione di euro è stata sequestrata mentre la donna, moglie di un noto pregiudicato, in attesa della direttissima è stata relegata agli arresti domiciliari

I Carabinieri della compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza una donna catanese di 35 anni, poiché ritenuta responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Senza soluzione di continuità il contrasto al traffico e allo spaccio di droga al minuto posto in essere dall’Arma etnea in uno dei quartieri controllati dalla criminalità organizzata che, proprio il mese scorso, ha visto decimare un sodalizio dedito al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti (operazione Bivio).

L’incessante attività info-investigativa, unita alla profonda conoscenza del territorio e dei gruppi criminali che si spartiscono le varie piazze di spaccio, ha consentito agli uomini del Nucleo Operativo di Piazza Dante di infliggere un altro duro colpo ai clan, sottraendo loro uno dei maggiori sostentamenti economici.

Obiettivo un’abitazione di via Mulini a Vento, a pochi passi dalle vie Trovatelli e Alogna teatro dell’operazione “Bivio”, luogo in cui, previa perquisizione, all’interno dell’armadio delle due figliolette della donna, alle spalle degli indumenti e degli oggetti preziosi appartenenti alle bambine, dietro una paretina in legno creata appositamente per occultare la droga, è stata rinvenuta una busta di plastica contenente 6 panetti di cocaina del peso di oltre 6 Kg.

La droga che, opportunamente tagliata e dosata, avrebbe fruttato al dettaglio una cifra superiore al mezzo milione di euro è stata sequestrata mentre la donna, moglie di un noto pregiudicato, in attesa della direttissima è stata relegata agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo