Non si ferma all’Alt e scatta l’inseguimento. Arrestato un 44enne di Catania, destinatario di un ordine di carcerazione per associazione mafiosa

A seguito di perquisizione, all’interno dell’autovettura sulla quale l’uomo viaggiava insieme a moglie e figli, sono stati rinvenuti parecchi caricabatterie ed altri oggetti rubati

Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, nell’ambito dei rafforzati servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti all’interno delle automobili, in special modo di quelle parcheggiate in prossimità delle zone balneari della provincia, hanno arrestato Gianfranco Faro (classe 1974), catanese, probabile autore di numerosi furti.

L’uomo, che non si è fermato all’Alt ad un posto di blocco ed è stato raggiunto, dopo un inseguimento sulla SS114, all’altezza dello svincolo per Priolo Gargallo, è stato arrestato poiché destinatario di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania per il reato di associazione a delinquere di tipo mafioso.

Dopo le incombenze di rito, l’uomo, che deve scontare una pena di 5 anni e tre mesi di reclusione, è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna. A seguito di perquisizione, all’interno dell’autovettura sulla quale l’uomo viaggiava insieme a moglie e figli, sono stati rinvenuti parecchi caricabatterie ed altri oggetti rubati, per tale motivo, la Polizia di Stato invita coloro che hanno subito furti all’interno delle proprie autovetture a recarsi in Questura per il riconoscimento degli oggetti rubati.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo