Catania, sicurezza stradale: stamattina incontro fra Consiglieri e cittadini sulla circonvallazione

Una conferenza dei servizi in cui si sono stati trattati, passo dopo passo, tutti quei disagi e quei disservizi che la precedente amministrazione comunale non ha mai affrontato adeguatamente

Più sicurezza, più controlli e la garanzia del rispetto del codice stradale. Questo è quello che stamattina i tanti pendolari che utilizzano la circonvallazione di Catania hanno sottoposto all’attenzione del consigliere comunale e capogruppo “Salvo Pogliese Sindaco- Una scelta D’amore per Catania” Luca Sangiorgio, dei consiglieri della circoscrizione di “Borgo-Sanzio”, Orazio Grasso e Concetta Ginardi, e del presidente della IV municipalità Erio Buceti. Una conferenza dei servizi in cui si sono stati trattati, passo dopo passo, tutti quei disagi e quei disservizi che la precedente amministrazione comunale non ha mai affrontato adeguatamente.

Dalla rotonda di Monte Po fino a quasi piazza Mancini Battaglia parliamo della più importante strada di Catania attraversata ogni giorno da decine di migliaia di pendolari. In questi ultimi anni abbiamo assistito a tanti incidenti, molti dei quali mortali, come nei pressi del viale Odorico da Pordenone oppure davanti all’ingresso della Cittadella Universitaria sul viale Doria. Partendo dal Tondo Gioeni, cuore della circonvallazione, proponiamo di potenziare il sistema di videosorveglianza, garantire i presidi delle forze dell’ordine nelle ore di punta e far alzare i cordoli che separano le carreggiate”. A parlare è il consigliere comunale e capogruppo“Salvo Pogliese Sindaco- Una scelta D’amore per Catania” Luca Sangiorgio. Accanto a lui, i consiglieri della circoscrizione di “Borgo-Sanzio”, Orazio Grasso e Concetta Ginardi. “Oltre alla sicurezza e alla mobilità, oggi abbiamo affrontato anche le questioni legate al parcheggio selvaggio ed ai danni che subiscono i tassisti al Tondo Gioeni. Per questo – prosegue Grasso- proponiamo di creare uno spazio a “mezzaluna” interamente riservano a loro. Una iniziativa che consentirebbe di recuperare pure dell’area pedonale, con tanto di panchine, che oggi è letteralmente circondata dalle auto posteggiate in doppia fila”.

Dal Tondo Gioeni al resto della circonvallazione, il presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Erio Buceti ha sottolineato le difficoltà presenti per tutti i pendolari che, dalla rotonda di Monte Po, devono raggiungere il centro di Catania. “Nelle ore di punta un semplice tamponamento sul viale Bolano, sul viale Usodimare o sul viale Fratelli Vivaldi può causare code chilometriche. La precedente amministrazione comunale ha dimostrato la sua assoluta incompetenza nell’affrontare questo problema molte volte: quando sprofondò un camion all’interno del cantiere della metropolitana l’anno scorso o quando vi fu una perdita di gas (con conseguente chiusura di un tratto del viale). In quest’ultima occasione migliaia di automobilisti si riversarono nelle strade interne di Cibali e Trappeto Nord paralizzando letteralmente interi quartieri. La nostra priorità, quindi, è fare in modo che simili situazioni non si ripetano più in futuro. Per queste ragioni– continua Buceti- con assessore al ramo, con i miei colleghi presidenti e con uffici comunali preposti voglio attivare un piano del traffico alternativo che, in caso di emergenza, permetta di utilizzare le strade secondarie e limitrofe alla circolazione evitando il blocco totale della viabilità“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo