Acireale, 18 arresti nel clan Santapaola-Ercolano. In manette anche l’ex deputato regionale Pippo Nicotra

Fra i nomi dei 18 arrestati, figura anche quello di Raffaele Nicotra, ex deputato regionale ed ex sindaco di Aci Catena, accusato dagli inquirenti di voto di scambio politico mafioso con le famiglie mafiose di Acireale.

Oltre 200 Carabinieri del comando provinciale di Catania, dalle prime ore del mattino, stanno eseguendo un provvedimento restrittivo tra Acireale e Aci Catena emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale etneo su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di 18 soggetti riconducibili alla famiglia Santapaola-Ercolano, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni con l’aggravante del metodo mafioso, scambio elettorale politico mafioso, tentato omicidio, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi.

Fra i nomi dei 18 arrestati, figura anche quello di Raffaele Nicotra, ex deputato regionale ed ex sindaco di Aci Catena, accusato dagli inquirenti di voto di scambio politico mafioso con le famiglie mafiose di Acireale.

Le indagini, condotte dal Nucleo investigativo del comando provinciale e dalla compagnia Carabinieri di Acireale, hanno consentito, tra l’altro, di accertare, anche grazie alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, la responsabilità degli indagati in ordine alla loro appartenenza a due gruppi storici della famiglia di Catania, nonché all’imposizione del pizzo nei confronti di diversi imprenditori locali nell’arco di svariati anni.

Maggiori dettagli verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà  questa mattina alle 10:30 nella sala conferenze della Procura della Repubblica di Catania, dal procuratore Carmelo Zuccaro e dai vertici provinciali dell’Arma dei Carabinieri.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo