Nubifragio a Catania, chiuse alcune strade statali per allagamenti e frane

Numerosi gli interventi di soccorso prestati dai Vigili del fuoco di Catania che, a loro volta, sono rimasti vittime del nubifragio

Chiuse alcune strade in seguito al violento nubifragio che si è abbattuto nella notte nel catanese. Scordia una delle zone maggiormente colpite.

L’Anas ha disposto la chiusura temporanea di alcuni tratti di strade statali, in particolare a causa dell’allagamento del piano viabile, sono è stata chiusa la SS114 in direzione di Costa Saracena, in territorio di Carlentini, mentre per fango e detriti in carreggiata è stata chiusa la strada statale 288 “Di Aidone”, a Ramacca. E ancora, chiuse la strada statale 417 “Di Caltagirone” a Mineo e a Lentini per esondazione del torrente Gornalunga, la statale 385 di Palagonia, e la SS280, Catania-Enna.

Numerosi gli interventi di soccorso prestati dai Vigili del fuoco di Catania che, a loro volta, sono rimasti vittime del nubifragio. Una squadra, infatti, è stata travolta dalla violenza delle acque, rimanendo bloccata per alcune ore nella zona del parco archeologico di Palikè, a Mineo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo