Pallavolo, la Sifi Kondor Catania fa bottino pieno contro Reghion e vola sul terzo gradino del podio

Un sogno chiamato play off

La Sifi Kondor Catania fa bottino pieno contro Reghion e vola sul terzo gradino del podio, utile per i play off. Certo, la storia del campionato di B2 femminile è ancora tutta da scrivere, ma al secondo step del girone di ritorno le catanesi ribaltano un risultato come il 3-2 di Reggio che aveva lasciato l’amaro in bocca. Se l’obiettivo dichiarato di mister Giovannetti è quello di migliorare le prestazioni d’andata quindi, la vittoria al PalaAbramo sulle reggine è il primo passo verso il risultato. Nella gara di sabato infatti le biancazzurre sono state abili a non rivivere i “mostri” della Boccioni, non facendosi impensierire da un terzo set incredibile, terminato sul 32-34, ma ottimizzando le risorse in quello successivo, chiuso in meno di venti minuti.

Ad eccezione della terza frazione infatti le locali hanno dominato la gara, non permettendo alle avversarie di superare quota 20 punti a set. Un match che s’inizia in sostanziale parità, ma solo fino al 12-11 quando le padrone di casa ingranano il turno e seminano in una manciata di minuti le avversarie. In evidenza capitan Lo Re, ben supportata da Murru e Carnazzo. Pure al secondo set le ragazze di Giovannetti s’impossessano abilmente del pallino del gioco, riuscendo a non mettere mai in discussione l’esito finale del parziale. Merito pure della giovane palleggiatrice Ferraro, immedesimatasi con grande carattere nel ruolo di direttore d’orchestra ma efficace pure a muro ed in seconda linea, oltre che al servizio. La terza frazione è una gara a sé: la Sifi Kondor parte meglio e schizza sul 3-0. Salvago chiama subito time out invogliando le sue alla reazione. La risposta arriva ed il set torna in equilibrio.

Un equilibrio prolungato appunto fino ai vantaggi, con una serie di scambi mozzafiato che inducono il PalaAbramo ad un intenso applauso per premiare gli sforzi in campo. Entrambe le formazioni hanno più volte in mano la palla per chiudere il set ma di volta in volta l’avversario trova la risposta, ed è così che si va fino al 32-33, con il diagonale Speranza che da fine al prolungarsi del gioco. Al rientro in campo le catanesi riprendono però le fila della gara: l’intesa Bilardi-Ferraro si rafforza palla dopo palla e la fast della centrale locale è devastante. In crescendo pure la prestazione di Carnazzo e Catania, oltre quelle della sarda Murru, ormai una certezza pure nel ruolo di schiacciatrice.

L’epilogo è in favore della Sifi Kondor, che grazie ai tre punti raggiunge il Reghion ed il Giarre, portandosi a quota 28 sul terzo gradino del podio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo