Pallavolo, Volley Catania Gupe torna alla vittoria. La prima del girone di ritorno

Una prestazione di carattere per i giovanissimi catanesi, che ribaltano la sconfitta subita nel girone d’andata conquistando un rotondo 3-0

Volley Catania Gupe torna alla vittoria. La prima del girone di ritorno, la quarta in campionato, utile a portare Mollica e compagni a quota 14 lunghezze, 3 di distanza dalla zona play off. Una prestazione di carattere per i giovanissimi catanesi, che ribaltano la sconfitta subita nel girone d’andata conquistando un rotondo 3-0.

A dispetto del risultato netto sia il conto dei singoli parziali che la cronaca della gara raccontano una partita parecchio combattuta. L’equilibrio si rompe infatti dopo il 7 pari, con il Vibo Valentia abile a mettere a segno il primo break avanzando sul 7-11. I padroni di casa però non barcollano, e con un ace di Ferracù completano il controbreak che ristabilisce la parità (12-12). A quel punto sono proprio i catanesi ad ingranare il turbo, portandosi prima a +3 (17-14) e poi al definitivo 25-19 giunto per via di un lungolinea out di Roberto Battaglia.

Al secondo set gli ospiti provano a far valere i centimetri, tentando di impensierire gli avversari con un muro più efficace rispetto al parziale precedente. Una mossa che ottiene momentaneamente frutti, con il muro a tre su Mollica che segna l’11-14. Petrone chiama time out per catechizzare i suoi ed al rientro il centrale Testa, d’astuzia, piazza un pallonetto in 3 rompendo l’incantesimo. Il turno in battuta di Fichera poi permette a Vcg di eseguire il sorpasso 18-16.

Vibo però non ci sta, innescando quello che diventa un vero e proprio tira e molla: pari 18, locali sul +2 e poi nuovamente pari 20. Lo Sporting Center diventa una bolgia, gli ospiti tuttavia sfruttano meglio l’occasione ottenendo il primo set ball trovando una falla nella coordinazione muro-difesa locale. Ancora una volta Volley Catania Gupe porta in campo la propria forte reazione, regalandosi il definitivo contro sorpasso con due mani fuori (Ferraccù e Sanfilipo) ed un out di Vibo (26-24).

Emozionante anche la terza frazione di gioco, nel quale i rossazzurri entrano in campo con maggior convizione (4-1). La parallela di Roberto Battaglia interrompe momentaneamente la corsa ed evita ai suoi il netto tracollo. Volley Catania Gupe però è incontenibile, proprio come il suo capitano Mollica che trascina i suoi sul 14-8, costringendo Agricola al time out. Al rientro, a peggiorare la situazione dei calabresi c’è un problema fisico per Armenato, obbligato a lasciare il campo in favore di Sorrenti. Il set però non cambia il proprio andamento, Volley Catania Gupe continua a far tesoro del vantaggio iniziale, chiudendo la gara con un muro di Scalisi, composto nel dire no sull’ultimo tentativo di Paolo Battaglia.

I ragazzi si sono approcciati nella maniera giusta alla partita – spiega il secondo allenatore Marcello Scalogna -. Hanno sfruttato al meglio le loro carte per vincere un match molto importante, mostrando evidenti miglioramenti contro una formazione simile alla nostra per età e progetto. Abbiamo ribaltato il risultato d’andata ed anche questo è un importante segnale, sintomo che in tre mesi il lavoro svolto dal team tecnico ha portato ottimi frutti. Sicuramente c’è ancora molto da migliorare ma i risultati delle ultime uscite sono buone indicazioni di crescita”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo