Calcio a 5, La Meta Catania Bricocity batte anche Arzignano e consolida la sua classifica

Ancora una volta determinante il fattore "PalaCatania"

Testa e gambe. Ingredienti fondamentali per far rispettare il fattore PalaCatania per la Meta Bricocity. La prima della doppia sfida in 5 giorni per gli etnei che martedì recupereranno contro Napoli. Arzignano brutta gatta da pelare, squadra corta, chiusa che sapeva soffrire e ripartire. Nei primi tre minuti solo Meta Catania Bricocity con super interventi di Pozzi, pali ed errori di imprecisione.

Perez ruggiva con una doppia parata su Motta, ma era Arzignano a passare. Immediato il pari di un ispirato Amoedo e tela della Meta Catania pronta ad essere riavvolta. A testa bassa, tante occasioni ma anche errori in non possesso per gli etnei. Tres per Arzignano sorprendeva ancora la difesa, ma Constantino ritrovava pareggio, gioia e gol. Espindola con astuzia trovava il diagonale giusto, prima del nuovo pari di Salomone.

A tre dalla fine il vantaggio di Amoedo doppietta personale e ancora festival dello spreco degli etnei che buttavano al vento tre occasioni e non erano nemmeno fortunati con il palo di Tres. Fine primo tempo ancora con un errore beffardo e Houenou col tacco chiudeva il 4-4.

Ripresa con lo stesso spartito: Meta Catania ubriacante lì davanti con Pozzi ad esaltarsi e dove non arrivava il portiere di Arzignano la palla ingrata usciva di poco sui tiri di Musumeci, Dalcin e Constantino. Si giocava ad una sola porta: pressione Meta Catania continua con Dalcin ad esaltare ancora i riflessi di Pozzi. Espindola a metà seconfo tempo a botta sicura ma Pozzi respingeva. Poi l’arbitro non vedeva il tacco di Amoedo che varcava la linea, assurdo.

A cinque dal termine l’affondo perfetto e la stoccata del capitano che trovava il 5-4. L’Arzignano si scopriva e gli etnei andavano a nozze con Dalcin e Tres che chiudevano un’intricata pratica. Ottava meraviglia per la Meta Catania Bricocity, 26 punti in classifica, Napoli all’orizzonte e il derby con la Maritime in cinque giorni, poi sarà Final Eight. Attenzione però passo dopo passo, per ora si gode per la vittoria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo