Catania, aggredisce operatrice triage perchè voleva essere visitato prima: 44enne in manette

A Di Mauro è stato garantito chiaramente il diritto alla salute e quindi visitato regolarmente dai sanitari del pronto soccorso e, una volta dimesso, sottoposto agli arresti domiciliari

Immagine di repertorio

Nei giorni scorsi, personale del commissariato Borgo Ognina ha arrestato Gaetano Filippo Di Mauro di 44 anni, per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e interruzione di pubblico servizio.

Nello specifico, il predetto recatosi al Pronto Soccorso del Policlinico per essere visitato, senza averne diritto e in modo agitato entrava e usciva dai locali del triage disturbando gli operatori sanitari in turno mentre visitavano i pazienti, al fine di esercitare pressioni sul personale sanitario in modo da essere visitato prima degli altri anche se destinatari di un codice di priorità maggiore rispetto all’arrestato.

L’operatrice richiamava più volte Di Mauro al rispetto delle regole anche perché, aprire e chiudere le porte, la distraeva durante l’acquisizione dei parametri dei pazienti ricoverati.

A un tratto Di Mauro si scaraventava sull’operatrice facendola cadere a terra ma, attirato dalle urla, interveniva il poliziotto in turno al presidio ospedaliero riuscendo a bloccarlo ed evitare che la situazione degenerasse ulteriormente.

A Di Mauro è stato garantito chiaramente il diritto alla salute e quindi visitato regolarmente dai sanitari del pronto soccorso e, una volta dimesso, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’operatrice, attesa l’entità dell’aggressione subita, ha interrotto il proprio turno di lavoro a causa dello stato di malessere creatole e, visitata da personale sanitario, le sono stati diagnosticati 10 giorni di riposo medico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo