Fondi per la lotta alla criminalità: la Prefettura di Catania fra i progetti finanziati

In tutta la Sicilia risultano beneficiari tra gli altri la Polizia stradale e l’Arma dei Carabinieri, le prefetture di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani, e ben 33 comuni

Sono 50 i progetti finanziati alla regione Sicilia tramite il Pon (Piano Operativo Nazionale) Legalità 2014/2020, destinati a iniziative di prevenzione e contrasto all’illegalità e alla marginalità. Si tratta di progetti per 23,47 milioni di euro, 36 dei quali per un valore di 18,58 milioni, da giugno 2018 a marzo di quest’anno.

In tutta la Sicilia risultano beneficiari tra gli altri la Polizia stradale e l’Arma dei Carabinieri, le prefetture di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani, e ben 33 comuni.

Sono contento che questi fondi possano sostenere in Sicilia progetti per riqualificazione ambientale – ha dichiarato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini -, per il ripristino di beni confiscati alla mafia, inclusione sociale e videosorveglianza. La mafia e la criminalità in genere si combattono con i fatti e non con le chiacchiere – ha proseguito -. Questo tipo di finanziamenti è l’ennesimo segnale di attenzione al territorio e alla legalità: sono un supporto importante per fornire strumenti e capacità tecnologiche agli enti locali. È compito del ministero dell’Interno vigilare sul corretto utilizzo di questi fondi e sulla bontà dei progetti, è questa la vera sfida”.

In totale, al 31 marzo, nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia risultano finanziati dal Pon “Legalità” 187 progetti, oltre a 24 sovraregionali, per un valore totale di circa 300 milioni di euro, pari al 51% della dotazione complessiva del programma, che si articola su diversi temi che spaziano dalla prevenzione della corruzione a interventi nelle aree vulnerabili, dal recupero e la riqualificazione di aree pubbliche all’inclusione sociale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo