Da oggi la cardiologia mondiale a Catania

Il congresso è patrocinato dall’American College of Cardiology, la più antica e prestigiosa società cardiologica mondiale, di cui lo stesso prof. Gulizia è Governatore del Chapter Italiano

Il Mediterraneo come filo conduttore che lega indissolubilmente salute, scienza e benessere. Esperti da tutto il mondo si riuniscono in occasione della nona edizione del “Mediterranean Cardiology Meeting” in programma all’Hotel Sheraton di Catania dal 13 al 15 aprile 2019.

Oltre millecinquecento tra ricercatori e specialisti si sono dati appuntamento nella città etnea per presentare le maggiori novità nell’ambito della Cardiologia, su patologie emergenti e di grande impatto come la Fibrillazione Atriale, la Morte Cardiaca Improvvisa, lo Scompenso Cardiaco, le Sindromi Coronariche Acute, la Prevenzione Cardiovascolare Globale, l’Ipertensione Arteriosa, le Cardiopatie Congenite e la Sincope, su cui molti gruppi di ricerca sono coinvolti per lo sviluppo di terapie farmacologiche, elettriche e meccaniche sempre più sofisticate.

Il prof. Michele Gulizia – Direttore di Struttura Complessa di Cardiologia Ospedale “Garibaldi- Nesima” di Catania e Presidente del Mediterranean Cardiology Meeting – sottolinea: “Obiettivo principale di questo congresso è quello di fornire le più aggiornate evidenze scientifiche sulla Cardiologia Clinica e Interventistica. È un meeting internazionale di grande rilievo che da oltre diciotto anni riunisce a Catania i massimi ricercatori nel campo della Cardiologia”.
“Oggi – spiega il prof. Michele Gulizia – abbiamo a disposizione strumenti farmacologici innovativi, di recente immissione sul mercato, che hanno dimostrato in tutti gli studi condotti su decine di migliaia di soggetti di ridurre significativamente i livelli di colesterolemia LDL (il colesterolo cattivo che sporca le coronarie e le arterie del cervello), di ridurre la mortalità per scompenso cardiaco, migliorando anche la qualità della vita di soggetti che ne soffrono, e infine di permettere un anticoagulazione del sangue più sicura e capace di prevenire l’insorgenza dell’ictus cerebrale nei pazienti con fibrillazione atriale”.

Sabato 13 aprile alle ore 16, al termine della Lettura Magistrale del prof. Marc A. Pfeffer, si terrà la Cerimonia Inaugurale del Mediterranean Cardiology Meeting. Interverrà l’Assessore alla Salute della Regione Siciliana Avv. Ruggero Razza.

Grande novità sono le sessioni Cardiocontest con i simulatori Virtual Clinical e sessioni Virtual Echo, con cui i partecipanti potranno esercitarsi, dimostrando competenza e capacità decisionali risolvendo casi clinici interattivi con l’ausilio di un tavolo interattivo Body Interact e del Sistema Clinica, oltre a esercitarsi eseguendo ecocardiogrammi transtoracici, transesofagei e procedure interventistiche eco-guidate.

Il


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo