Catania, evade i domiciliari e morde il Carabiniere che lo aveva scoperto: arrestato

In manette anche un 30enne sorpreso fuori casa nonostante fosse in regime di detenzione domiciliare

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Paternò nell’ambito di un servizio coordinato finalizzato al controllo dei soggetti sottoposti a misure detentive alternative hanno proceduto all’arresto in flagranza di Adriano Apolito, 20 anni, notato in via Ariosto in evidente violazione degli obblighi restrittivi cui era sottoposto che, vistosi scoperto, al fine di assicurarsi la fuga, non ha esitato a mordere ad una gamba un carabiniere che tentava di bloccarlo. Inseguito, è stato ammanettato e, su disposizione del magistrato di turno, associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Il militare, a seguito del morso, ha dovuto ricorrere alle cure dei medici del locale nosocomio che gli hanno diagnosticato delle lesioni guaribili in 8 giorni.

In manette anche Gregorio Melotino, 30 anni, sorpreso dalla pattuglia in via Ancona, in evidente violazione della misura restrittiva cui era sottoposto. L’arrestato, in attesa di giudizio, è stato ricollocato agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo