Catania, siglato protocollo d’intesa tra il 62esimo reggimento fanteria “Sicilia” e il comando provinciale dei Carabinieri

La firma di questo protocollo sottolinea ancora una volta l’importanza dell’integrazione e della fattiva collaborazione tra le diverse forze armate

Stamani, nella caserma Erminio “Sommaruga” di Catania, il comandante del 62esimo reggimento fanteria “Sicilia”, colonnello Aurelio Costa, e il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Raffaele Covetti, hanno firmato un protocollo d’intesa, volto a regolamentare i rapporti di collaborazione tra i Carabinieri e il reggimento.

In particolare gli istruttori del comando provinciale dei Carabinieri si impegneranno nell’effettuare attività addestrative, propedeutiche al controllo del territorio e  al supporto alle forze di polizia, connesse con il contrasto al terrorismo. Di fatto, forniranno ai militari un’adeguata preparazione tecnica inerente gli aspetti legali, il controllo dei mezzi e il riconoscimento della minaccia nei diversi scenari operativi riscontrabili nell’hinterland catanese.

In cambio il 62esimo reggimento fanteria “Sicilia” concederà ai Carabinieri, l’utilizzo del comprensorio logistico di San Giuseppe La Rena, per l’attività di addestramento delle Aliquote di primo intervento (Api) dell’Arma dei Carabinieri.

La firma di questo protocollo sottolinea ancora una volta, nel rispetto delle rispettive funzioni e competenze, l’importanza dell’integrazione e della fattiva collaborazione tra le diverse forze armate andando a rafforzare ulteriormente il proficuo sodalizio tra il 62esimo reggimento fanteria “Sicilia” e il comando provinciale dei Carabinieri di Catania.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo