Automobilismo Catania, La Mazza dopo l’incidente a Imola: “voglio rientrare a settembre”

Francesco La Mazza conta i giorni che lo separano dal suo rientro, dopo l’incidente di sabato scorso a Imola

Francesco La Mazza conta i giorni che lo separano dal suo rientro, dopo l’incidente occorso in pista in gara 1, sabato scorso a Imola. Frattura della tibia, una costola incrinata e una contusione del rachide cervicale, questi gli infortuni riportati dal pilota catanese dopo lo schianto contro il muro di protezione avvenuto in avvio di gara. Sono 60 i giorni di prognosi.

Sono giorni difficili, il dolore è ancora forte, soprattutto alla costola incrinata e a causa dello schiacciamento delle vertebre cervicali”, Francesco La Mazza racconta così il primo periodo di convalescenza, in cui osserva un riposo forzato: “L’obiettivo – spiega – è rientrare in tempo per la gara di Vallelunga del prossimo 15 settembre. Sarà la sesta tappa del campionato e la terza della Serie Endurance, in cui occupo la terza posizione in classifica a dieci punti dalla vetta. Dunque, ho tutte le intenzioni di giocarmi le possibilità che ho di lottare per le parti alte della graduatoria. Ovviamente, salterò la quinta tappa del Campionato, al Mugello, a cui per la serie Sprint parteciperà invece il mio compagno Giuseppe Nicolosi che a Imola non ha potuto gareggiare per i danni occorsi alla vettura dopo il mio incidente”.

E a proposito dell’incidente sul circuito Enzo e Dino Ferrari, La Mazza precisa: “E’ stata una gran partenza, mi sono liberato di una Ferrari e quando stavo attaccando la Lamborghini di Magnoni, come dimostrano anche le immagini del camera car, quest’ultimo, forse non accorgendosi di me, mi ha stretto sull’erba, colpendo la parte anteriore destra della mia Porsche e facendomi perdere il controllo. Poi sono finito rovinosamente sul muro a 200 km/h. Ovviamente non voglio attribuire responsabilità, può essersi trattato di un incidente di gara, ma è stato un contatto che mi ha fatto girare e poi sbattere contro il muro di protezione. Questo vale per la cronaca, ma non toglie l’amarezza. Penso già a settembre e a tornare al massimo per l’Endurance”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo