Catania, alla Torre Biologica la conferenza di Giuseppe Remuzzi “La salute (non) è in vendita”

L’incontro è promosso nell’ambito delle attività del Master di II livello in Gestione del Trial clinico

Venerdì 12 luglio alle 16, nell’aula magna della Torre Biologica “F. Latteri” (via Santa Sofia 97), il prof. Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri” e componente del Consiglio superiore della Sanità, terrà una conferenza dal titolo “La Salute (non) è in vendita”, dal titolo dell’omonimo libro da lui pubblicato per Laterza nel 2018.

Nel volume Remuzzi, uno dei medici italiani più conosciuti e apprezzati all’estero, paventa il rischio che – a 40 anni dall’Istituzione del Sistema sanitario nazionale -, la sanità possa diventare sempre meno pubblica e debba ricorrere al sostegno finanziario dei privati, schiacciata com’è dal peso di una cattiva efficienza e di costi sempre più alti dovuti all’invecchiamento della popolazione e all’arrivo di farmaci e strumenti sempre più all’avanguardia. A risentirne, secondo lo scienziato, sono la qualità delle cure, sempre più disomogenee di Regione in Regione, e il diritto a un uguale accesso alle prestazioni.

Eppure, nonostante questo e altri difetti, per Remuzzi il sistema sanitario è un bene da difendere a tutti i costi, e vale la pena di analizzare ciò che non funziona facendo proposte concrete per risolvere i problemi e migliorarne gli standard. Tra gli aspetti da rivedere c’è anche la prevenzione di malattie, come quelle cardiovascolari e il diabete, attraverso un migliore stile di vita e un’alimentazione più sane, che richiede un serio impegno nell’educazione alimentare, ad oggi carente.

L’incontro è promosso nell’ambito delle attività del Master di II livello in Gestione del Trial clinico, coordinato dal prof. Renato Bernardini, ordinario di Farmacologia e componente del Consiglio superiore di Sanità che introdurrà l’ospite insieme con il dr. Giorgio Battaglia, primario del reparto di Nefrologia e dialisi dell’Ospedale Santa Marta e Santa Venera di Acireale e componente della Commissione nazionale Trapianti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo