Catania, “Università bandita”. L’ex sindaco Bianco: “sarà dimostrata la piena legittimità del mio comportamento”

Per l'ex sindaco si indaga su una procedura "che a me pare pienamente legittima, rispetto alla quale non ho ovviamente alcuna competenza" ma i deputati del Catanese del M5S all'Ars la considerano una "arrampicata negli specchi"

“Mi fa piacere che la magistratura catanese abbia deciso di prolungare le indagini su una vicenda del Dipartimento di Scienze Umanistiche. Sono sicuro che al termine di questo approfondimento sarà dimostrata la piena legittimità del mio comportamento”. L’ex sindaco di Catania Enzo Bianco difende sé stesso e l’ex assessore alla Cultura Orazio Licandro, entrambi indagati nella maxi inchiesta della Digos “Università bandita”.

“Si sta parlando di un professore di Storia del Diritto Romano, già ordinario da molti anni, con una serie di pubblicazioni riconosciute a livello internazionale – dice – E di una procedura, che a me pare pienamente legittima, rispetto alla quale non ho ovviamente alcuna competenza. Ho piena fiducia che approfondite indagini confermeranno quanto ho affermato”.

Ma i deputati del Catanese del M5S all’Ars commentano amaramente gli ultimi sviluppi dell’inchiesta Università bandita: “Bianco? Ha perso un’occasione per tacere. La sua difesa d’ufficio di Licandro, pubblicata stamattina sulla sua pagina Facebook, sa tanto di arrampicata sugli specchi. Non è certo puntando i riflettori sul curriculum del suo ex assessore che potrà illuminare le innumerevoli zone d’ombra che la vicenda mostra e sulle quali speriamo che la magistratura potrà fare presto chiarezza – affermano – Se anche una minima parte di quello che riportano le cronache di questi giorni rispondesse al vero ci troveremmo davanti ad un vero verminaio che per anni ha ostacolato la crescita professionale dei nostri giovani. Agli inquirenti che hanno portato alla luce i presunti traffici illeciti va tutto il nostro plauso e la nostra stima”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo