Gravina di Catania, asili nido: pubblicato avviso per chiedere contributo economico

E'stato pubblicato il bando che rientra nelle misure a sostegno della genitorialità attraverso i fondi del piano di zona del Distretto Socio sanitario 2019

«Entro il 30 agosto 2019 sarà possibile presentare domanda di contributo economico per le spese sostenute dalle famiglie per i servizi alla prima infanzia nell’anno scolastico 2018/2019». Il sindaco Massimiliano Giammusso rende noto che, a seguito di delibera di Giunta, è stato pubblicato il bando che rientra nelle misure a sostegno della genitorialità attraverso i fondi del piano di zona del Distretto Socio sanitario 2019, di cui il Comune di Gravina di Catania è capofila. «Possono inoltrare richiesta i genitori o chi esercita la patria potestà dei bambini residenti nel territorio di Gravina di Catania di età non superiore a 36 mesi alla data del 1° settembre 2018 – ha specificato il primo cittadino – e che hanno frequentato, nell’anno scolastico 2018/2019, servizi per la prima infanzia come asili nido, micro nido, spazio gioco, centri per bambini e famiglie».

A illustrare i termini dell’avviso è l’assessore ai Servizi Sociali e al Distretto Socio Sanitario Francesco Licciardello: «Si può richiedere il contributo per gli asili nido pubblici presenti nel territorio del Distretto di Gravina o limitrofo allo stesso e per i servizi erogati da strutture private, purché iscritte all’ambo regionale istituito ai sensi della legge 22/86. Nel caso di strutture private, che abbiano erogato i servizi per la prima infanzia, non ancora iscritte all’albo – ha specificato l’assessore – le famiglie potranno richiedere al rappresentante legale delle stesse, un’autocertificazione con la quale si dichiari il possesso dei requisiti e l’avvenuta richiesta di accreditamento per l’iscrizione all’albo regionale. La domanda di ammissione al contributo dovrà essere formulata utilizzando unicamente i moduli reperibili presso l’ufficio di Servizio sociale di via Vecchia San Giovanni o l’Ufficio relazioni con il pubblico di via Marconi 6 e dovrà essere corredata da certificazione Isee in corso di validità. Il contributo sarà erogato per un massimo di nove mensilità nel limite massimo di 188,56 euro mensili e non potrà superare il 90 % della retta. Nel caso il numero delle richieste superi le disponibilità finanziarie sarà predisposta apposita graduatoria sulla base delle priorità stabilite nel bando».


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo