Bronte, firmata la convenzione per l’ampliamento del cimitero

Il contratto prevede che, oltre ai loculi, l’impresa realizzi le opere di urbanizzazione della nuova edificazione e della parte già costruita dell’area di ampliamento cimiteriale

Immagine di repertorio

Firmato il contratto che permetterà al Comune di far realizzare ben 992 loculi e 26 ossari nel cimitero di Bronte. A realizzare e gestire i loculi per 8 anni sarà l’impresa che ha proposto e si è aggiudicata la gara del project financing di ampliamento del cimitero.

Il contratto prevede che, oltre ai loculi, l’impresa provveda anche a realizzare le opere di urbanizzazione della nuova edificazione e della parte già costruita dell’area di ampliamento cimiteriale e che venda ogni loculo alla cifra concordata di 2470 euro.

Presente alla firma, oltre all’impresa, il sindaco Graziano Calanna, il vice sindaco Gaetano Messina e l’assessore Giuseppe Di Mulo. Con loro Salvatore Caudullo, responsabile dell’Uffiico tecnico ed il segretario comunale Giuseppe Bartorilla, presidente della commissione di gara che ha precisato: “La Commissione esaminatrice, nel redigere la convenzione da sottoscrivere, ha escluso ogni possibile nuova condizione, riportando i contenuti del contratto nel pieno rispetto della volontà del Consiglio comunale”.

Inoltre durante la firma della convenzione è stato specificato che questa oltre a dare immediata risposta alla domanda di posti ad un prezzo sostenibile, permette al Comune di procedere, eventualmente, ad altri affidamenti o concessioni nella rimanete parte dell’ampliamento del cimitero. L’impresa, infatti, avrà solo diritti nella ristretta parte del cimitero in cui dovrà costruire i loculi.

Un risultato – conclude il sindaco Graziano Calanna – raggiunto nella massima trasparenza e legalità, nell’esclusivo interesse dei brontesi. Gli atti, a disposizione di chiunque, lo dimostrano”.

Di seguito i prezzi dei loculi e dei colombari previsti nel contratto in project financing.

Il primo e il secondo anno il prezzo di vendita fissato è 2mila 430 euro, il terzo 2mila 443 euro, il quarto anno 2mila 456 euro, il quinto anno 2mila 470 euro, il sesto anno 2mila 483 euro, il sesto anno 2mila 483 euro, il settimo anno 2mila 497 euro e l’ottavo anno 2mila 511 euro. A queste cifre va aggiunta l’Iva al 10%.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo