Catania, padre e figlio sorpresi a spacciare con un complice: in manette

Sequestrati dai Carabinieri soldi in contanti e diversi grammi di marijuana

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del comando provinciale, nell’attuazione di predisposti  servizi di controllo del territorio, hanno arrestato Giovanni Di Prima di 53 anni, Danilo Carmelo Di Prima di 21 anni, rispettivamente padre e figlio e Michele Sutera, di 22 anni, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I militari infatti, transitando in via Timoleone del quartiere catanese di Picanello, avevano notato i tre soggetti disfarsi di un involucro, lanciato sotto un’autovettura parcheggiata, allorché si accorgevano della presenza dei Carabinieri. Il movimento fulmineo dei tre, però, non ha avuto – per loro sfortuna – un buon esito in quanto i militari recuperavano l’involucro contenente diversi grammi di marijuana e rinvenivano, in un borsello addosso a Sutera, la di 220 euro ritenuta provento dell’attività illecita.

Il particolare nervosismo manifestato dai tre e la raccomandazione fatta dal padre al figlio di non rivelare ai Carabinieri la loro reale dimora, hanno indotto quest’ultimi a estendere la perquisizione nell’abitazione dei Di Prima, già comunque conosciuta, a seguito della quale rinvenivano uno zaino contenente venti dosi della medesima sostanza stupefacente, nonché un bilancino di precisione ed il materiale occorrente per il relativo confezionamento.

La droga, il denaro e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati mentre i tre arrestati sono stati condotti nel carcere catanese di Piazza Lanza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo