Catania, cancellati i “folletti” della droga a Librino: Carabinieri e Comune bonificano la zona

Inoltre i militari dell'arma hanno sanzionato per 11 mila euro un panificio per violazioni delle norme igienico sanitarie e arrestato due persone

Tra cantanti neomelodici, che esaltano la “malavita”, tra spacciatori i quali, ad ogni ora del giorno e della notte, vendono ogni tipo di droga, quell’androne di viale San Teodoro 7 sembrava essere divenuto terra di conquista dell’antistato, di quella criminalità organizzata che trae dallo spaccio al minuto di sostanze stupefacenti risorse inesauribili.

Il luogo, già teatro di numerose operazioni di servizio, è stato fonte di ispirazione per diversi neomelodici catanesi i quali hanno utilizzato anche un simbolico murales – raffigurante un elfo in mezzo al giardino incantato intento a fumare una “canna”, tenendo anche in mano una pianta di canapa indiana – quale sfondo per un video musicale dove il linguaggio criminale (tra pistole dorate, mitra e spaccio) è dominante.

Ma come già accaduto in passato, le Istituzioni non sono rimaste a guardare e proprio grazie alla collaborazione tra i Carabinieri e il Comune di Catania – Direzione Manutenzioni oggi si è proceduto alla cancellazione del menzionato murales, ed in particolare di quella iscrizione che campeggiava in alto recitando : “i folletti del palazzo non amano farsi vedere, svaniscono come se fossero fatti di fumo!!”.

Nel medesimo contesto, grazie alle diverse componenti operative messe in campo dal Comando Provinciale, Squadra “Lupi” del Nucleo Investigativo, Nucleo Radiomobile, Compagnia di Fontanarossa e N.A.S., si sono ottenuti i seguenti risultati: arrestati due pregiudicati catanesi (di cui uno pregiudicato già sottoposto agli arresti domiciliari e l’altro titolare di una panetteria), poiché ritenuti responsabili di furto aggravato. Entrambi avevano allacciato i rispettivi contatori alla rete elettrica pubblica; denunciate 5 persone, tra le quali 4 donne, per furto aggravato, riconducibile sempre all’allaccio abusivo dei contatori alla pubblica illuminazione; rinvenute e sequestrate 35 dosi di “cocaina”, nascoste in un anfratto dell’androne del caseggiato oggetto del controllo, nonché 14 cartucce da guerra, cal.7,62 Nato, occultate dentro una intercapedine posta al 4° piano dell’immobile ubicato in viale San Teodoro 7; elevate a carico di un esercizio commerciale (panificio), a cura di personale del N.A.S., sanzioni amministrative equivalenti a 11.000 euro per violazioni alla norme igienico sanitarie, assenza della D.I.A. sanitaria, assenza di licenza per la somministrazione di alimenti e bevande, assenza del memoriale di autocontrollo Haccp; identificate 25 persone, controllati 16 veicoli ed elevate 12 sanzioni al C.D.S..


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo