Catania, eseguiti interventi di riqualificazione in via Consolazione

Oggi via della Consolazione per molti pendolari rappresenta una scorciatoia che, evitando semafori e traffico, permette di collegare piazza Cavour con via Beccaria

Nuova pavimentazione, nuovi marciapiedi ed eliminazione delle micro-discariche abusive. Queste le prime richieste che gli abitanti di via Consolazione hanno sottoposto all’attenzione di Orazio Grasso, consigliere della circoscrizione di “Borgo-Sanzio”.  Si tratta di una parte della nostra municipalità densamente abitata e al centro, negli ultimi anni, di un piano di recupero di tanti immobili abbandonati da parte dei privati. Strutture riqualificate dai residenti a cui, sfortunatamente, non è seguito un piano di servizi adeguato. Da qui la necessità di intervenire attraverso un programma di lavoro dettagliato per rendere via Consolazione più vivibile. L’intero rione è stato realizzato dopo il terremoto del ‘600, da contadini che provenivano da Misterbianco.

Oggi via della Consolazione per molti pendolari rappresenta una scorciatoia che, evitando semafori e traffico, permette di collegare piazza Cavour con via Beccaria. Si tratta di un’insieme di edifici strutturati su più elevazioni. Accanto a loro, alcune case restano diroccate e trasformate in discariche abusive piene di rifiuti di ogni tipo. Un habitat ideale per il proliferare di topi e insetti. Per queste ragioni il sottoscritto Orazio Grasso chiede all’amministrazione comunale di intervenire per  preservare il locale tessuto urbanistico, conciliare la salvaguardia dell’identità di questa zona e attivare il suo necessario rilancio. Via Consolazione è un territorio con una propria storia e pieno, ancora oggi, di testimonianze del passato. A dimostrarlo i tanti altarini votivi quasi ad ogni angolo di strada. Uno spaccato di Catania può suscitare grande emozione per i visitatori.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo