CoderDojo Etneo, domani la “carica” dei 200 ninja a Catania

Un laboratorio per sviluppare competenze informatiche innovative tra i giovanissimi

Ritorna il “CoderDojo Etneo”, con la quinta edizione del laboratorio gratuito rivolto a giovani di età compresa fra i 7 ed i 14 anni e finalizzato alla diffusione del pensiero computazionale e allo sviluppo di competenze informatiche innovative tra i giovanissimi. Un format che quest’anno si presenta con una nuova veste: ai “tradizionali” incontri con i giovanissimi si alterneranno quelli con i docenti delle scuole (teacherdojo) per favorire il trasferimento di queste attività anche nelle aule scolastiche.

Il primo appuntamento è in programma sabato 12 ottobre, dalle 16 alle 19, nei locali dell’edificio della didattica di Ingegneria alla Cittadella universitaria (Dipartimento di Ingegneria elettrica elettronica e informatica). CoderDojo è, infatti, un movimento mondiale spontaneo che ha come obiettivo quello di insegnare ai bambini a programmare; durante un laboratorio CoderDojo, i bambini imparano a programmare un videogioco, e si cimentano con il Coding, attività, raccomandata dal Miur, utile a sollecitare le abilità di Problem Solving, ma anche con i Social Media e Robotica.

I laboratori – promossi nell’ambito delle attività di public engagement e Terza Missione del dipartimento di Ingegneria elettrica elettronica e informatica – si svolgeranno con il supporto dell’associazione di volontari del CoderDojo Etneo e del Dieei.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo