Teatro Bellini Catania, Capone (Ugl): “necessario forte progetto di trasformazione e valorizzazione”

"È palese che una risorsa così importante per l'Italia non può essere rubricata dal Ministero dei Beni culturali ad un semplice contributo annuale basato su freddi parametri"

“Il teatro massimo “Vincenzo Bellini” di Catania è uno degli spazi culturali e creativi più importanti che la nostra nazione vanta ed offre al mondo intero da oltre 100 anni. Sarebbe un autentico delitto privarlo dei fondi indispensabili per continuare a garantire stagioni di grande livello, come è stato fino ad oggi, a partire dal 2020. Sono certo che il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, da catanese, innamorato della Sicilia e appassionato di cultura ad ogni livello, saprà trovare la giusta sintesi politica per tirare fuori il “Bellini” dall’impasse in cui si sta trovando.” Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL.

“È palese che una risorsa così importante per l’Italia non può essere rubricata dal Ministero dei Beni culturali ad un semplice contributo annuale basato su freddi parametri, ma deve essere sostenuta da un forte progetto di trasformazione e valorizzazione che merita. Lo chiederemo al ministro Franceschini, come Ugl, continuando a tenere alta l’attenzione su questa vertenza perchè il teatro “Bellini” non può essere abbandonato.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo