A Riposto il rispetto per l’ambiente comincia a scuola

L’iniziativa rientra nell'attività di sensibilizzazione della popolazione ripostese alla raccolta differenziata programmata dall’amministrazione comunale

Proseguono le iniziative didattiche volte a sensibilizzare gli alunni a rispettare l’ambiente incentivando la raccolta differenziata nel territorio comunale. L’Ambiente può essere infatti rispettato partendo dalle piccole (e grandi) azioni di ogni giorno. Proteggere la salute della terra è un dovere delle istituzioni nonché del singolo cittadino. In questo quadro, nel plesso scolastico “Pirandello” di Riposto, alla presenza del dirigente scolastico Cinthia D’Anna, dell’assessore all’Ambiente Vanessa Lampuri, di Daniela Alchirafi della Tech servizi e della docente Daniela D’Urso, coordinatrice del progetto “legalità ed ambiente” per la scuola secondaria, si è tenuto un primo incontro sull’importanza di effettuare la raccolta differenziata.

L’iniziativa rientra in quell’attività di sensibilizzazione della popolazione ripostese alla raccolta differenziata, programmata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Caragliano di concerto con la Tech servizi e con la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Verga” di Riposto Cinthia D’Anna, all’interno delle scuole presenti sul territorio ripostese.

Questa prima attività – afferma l’assessore all’Ambiente, Vanessa Lampuri – è stata organizzata nell’ambito di un progetto scolastico denominato “legalità ed ambiente”, seguito dalle docenti D’Urso e Bordonaro, che prevede molteplici incontri divulgativi che vedono coinvolti gli alunni di scuola primaria e secondaria e che hanno proprio la finalità di “educare” i più piccoli a rispettare l’ambiente che li circonda e di spiegare loro l’importanza di effettuare una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. Ritengo che, per migliorare la raccolta differenziata – conclude l’assessore Lampuri – sia indispensabile e necessario coinvolgere ed educare i bambini ed i più giovani poiché possano portare nelle proprie case il messaggio che ridurre i rifiuti è importante e che responsabilizzarsi lo è ancor di più per tutelare l’ambiente e la città dove si vive”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo