Catania, aveva rapinato un operaio della “Sielte” in via Plaja: arrestato e portato in carcere

Intorno alle 10 dello scorso 27 aprile il malvivente, armato di coltello e a volto scoperto, costrinse un operaio proveniente dal nord Italia dipendente della “Sielte”, incaricato alla posa dei cavi della fibra ottica in via Plaja a San Cristoforo, a consegnargli i 50 euro contenuti nel portafogli

I Carabinieri della Stazione di Catania Piazza Dante hanno arrestato il 53enne catanese Giovanni Grillo, già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno e obbligato alla presentazione alla polizia giudiziaria, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catania in ordine al reato di rapina aggravata.

Intorno alle 10 dello scorso 27 aprile il malvivente, armato di coltello e a volto scoperto, costrinse un operaio proveniente dal nord Italia dipendente della “Sielte”, incaricato alla posa dei cavi della fibra ottica in via Plaja a San Cristoforo, a consegnargli i 50 euro contenuti nel portafogli.

La vittima, terrorizzata dall’evento, si rivolse immediatamente ai Carabinieri di Piazza Dante i quali, facendosi descrivere l’autore della rapina, hanno effettuato i dovuti approfondimenti investigativi che riassunti in una informativa, recepita in toto dall’Autorità Giudiziaria, ne hanno consentito la cattura e il trasferimento del reo nel carcere di Catania Piazza Lanza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo