Catania, casa popolare trasformata in una sala di registrazione professionale: denunciato

L’abitazione, nella quale era stata allestita una sala “professionale” con tanto di insonorizzazione, mixer e strumenti per il trattamento del suono, era stata assegnata a una persona che l’aveva ceduta a un congiunto

È stato trasformato in una sala di registrazione, ma in origine era un appartamento di edilizia popolare destinato a famiglie bisognose: è quanto accertato dai poliziotti del Commissariato Borgo Ognina, nel corso di un controllo effettuato, nei giorni scorsi, nel plesso di case popolari denominato “Villaggio Dusmet”.

Una situazione paradossale, quella verificata dagli agenti che hanno anche appurato che l’abitazione, nella quale era stata allestita una sala “professionale” con tanto di insonorizzazione, mixer e strumenti per il trattamento del suono, era stata assegnata a una persona che – evidentemente senza averne alcun bisogno – l’aveva ceduta a un congiunto che l’aveva destinata a tale uso. Il responsabile, ovviamente, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo