Catania, operazione Trinacria: controlli della Polizia di Stato a Librino

Si è proceduto anche al controllo di alcuni esercizi commerciali, segnatamente una panineria in via Chiavetta, un furgone gelateria in viale Grimaldi e un chiosco in via dell’Eucalipto

Ieri, nell’ambito del piano d’azione “Modello Trinacria”, personale del commissariato di Librino e del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, coadiuvato da personale della Polizia Municipale, ha svolto numerosi e diversificati servizi straordinari di controllo del comprensorio territoriale del quartiere di Librino, privilegiando la prevenzione e repressione di reati in genere, delle violazioni al Codice della Strada, delle violazioni al regime delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali e degli altri fenomeni d’illegalità diffusa.

In particolare, sono stati istituiti posti di controllo in via Zia Lisa, al Pigno, alla Zona Industriale e in Villaggio Sant’Agata conseguendo i seguenti risultati: 36 le persone controllate; 181 i veicoli controllati (la maggior tramite il sistema elettronico Mercurio); 26 le contravvenzioni al C. d. S.; 4 per mancata copertura assicurativa per la responsabilità civile; 4 per mancato utilizzo del casco; 3 per inottemperanza all’alt intimato dalla Polizia; 4 per mancata revisione; 3 per mancata esibizione di documenti; 4 per guida senza patente; 1 per uso di telefono alla guida; 2 per mancata precedenza all’intersezione; 1 per senso contrario di marcia.

Per le suddette violazioni si è proceduto a 3 sequestri amministrativi di veicoli per la mancanza dell’assicurazione obbligatoria, un fermo amministrativo per guida senza casco.

Si è proceduto, ancora, anche al controllo di alcuni esercizi commerciali, segnatamente una panineria in via Chiavetta, la cui posizione è ancora al vaglio degli Uffici operanti, un furgone gelateria in viale Grimaldi e un chiosco in via dell’Eucalipto, risultati in regola con le autorizzazioni e le previsioni sanitarie. Complessivamente, relativamente ai verbali di contravvenzione al C. d. S. elevati, sono state contestate infrazioni per un controvalore pari a 25mila euro circa.

Infine, si è proceduto al controllo di 13 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo