Catania, sequestro di beni ad affiliato al clan Cappello-Bonaccorsi

Il provvedimento, finalizzato alla successiva confisca dei beni, riguarda beni mobili e immobili, somme di denaro e una ditta per il valore complessivo di 300mila euro

La Dia di Catania ha eseguito un sequestro di beni per un valore di 300mila euro nei confronti di Francesco Cambria, 34 anni, ritenuto vicino al clan mafioso “Cappello – Bonaccorsi”. Il provvedimento, finalizzato alla successiva confisca dei beni, riguarda beni mobili e immobili, somme di denaro e una ditta.

Francesco Cambria è il figlio di Andrea, considerato dagli investigatori organico al clan mafioso etneo “Cappello”, nei confronti del quale già nell’ottobre 2017 era stato eseguito un sequestro di beni per 200mila euro.

Fra i beni sequestrati anche alcuni intestati alla moglie di Francesco Cambria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo