Catania, eseguiti 5 ordini di carcerazione da parte della Polizia di Stato

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi

Nell’ambito dell’attività volta al rintraccio di soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, la Polizia di Stato ha dato esecuzione a ordini per la carcerazione disposti dall’Autorità Giudiziaria.

In particolare, personale della Squadra Mobile – Squadra “Catturandi” ha tratto in arresto: Salvatore Mirabile, (cl. 1956) – pregiudicato, in atto agli arresti domiciliari, destinatario di un’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso l’8 giugno 2018 dalla Procura Generale della Repubblica della Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena detentiva di 8 anni, per reati in materia di stupefacenti; Giuseppe Bonnici, (cl. 1965) – pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso l’8 giugno 2018 dalla Procura della Repubblica al Tribunale Ordinario di Messina – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di 1 anno, 5 mesi e 16 giorni di reclusione per il reato di furto; Giovanni Scalogna, (cl. 1976) – pregiudicato, destinatario di un’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso il 7 giugno 2018 dalla Procura della Repubblica del Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena detentiva di 1 anno, 8 mesi e 1 giorno per il reato di furto; Daniele Torre, (cl. 1985) – pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso l’8 giugno 2018 dalla Procura della Repubblica al Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena di 11 mesi e 28 giorni di reclusione, per reati in materia di stupefacenti; Tommaso Tiralongo, (cl. 1967) – pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso il 12 giugno 2018 dalla Procura della Repubblica del Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali, dovendo espiare la pena detentiva di 1 anno e 8 mesi per reati in materia di stupefacenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo