Catania, denunciata giovane che ha cercato di aggredire un medico al Pronto soccorso del Vittorio Emanuele

In effetti, ciò che sarebbe degenerato in un vero e proprio contatto fisico è stato bloccato sul nascere grazie al pronto intervento del poliziotto in servizio nel nosocomio

È stata identificata e denunciata, dal personale della Polizia di Stato in servizio al Pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania, la 21enne resasi responsabile del tentativo di aggressione al medico in servizio nel presidio di emergenza sanitaria.

In effetti, ciò che sarebbe degenerato in un vero e proprio contatto fisico è stato bloccato sul nascere grazie al pronto intervento del poliziotto in servizio nel nosocomio, coadiuvato dal personale sanitario immediatamente accorso sul luogo dell’alterco.

I fatti hanno avuto inizio quando un terzetto di donne, tra le quali una era stata ferita a seguito di una patita aggressione, si è presentato direttamente al medico in servizio, pretendendo una immediata visita per la giovane ferita.

Al giusto richiamo a registrarsi al triage per la valutazione del rischio, è stata opposta una vigorosa opposizione che è stata esasperata dal gesto di una delle tre donne che ha afferrato un’asta metallica da un carrello medico lì vicino, tentando di aggredire il medico.

Il tentativo, come detto, è stato immediatamente bloccato e, paradossalmente, nel corso trambusto venutosi a creare, la ragazza era stata già ricevuta all’interno di un ambulatorio medico e visitata.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo