Acireale, due sorvegliati speciali fermati dai Carabinieri: nell’auto un bimbo di 9 anni e della marijuana

L’autista, appena sceso, ha gettato in terra una busta di carta per poi spingerla con il piede sotto l’auto. Mossa notata dagli operanti

I Carabinieri della compagnia di Acireale hanno arrestato nella flagranza due pregiudicati acesi di 37 anni, di cui uno sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, poiché ritenuti responsabili del concorso in detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono stati gli uomini del Nucleo Radiomobile a riconoscere il sorvegliato speciale mentre a bordo di una Smart si aggirava nelle zona di Piano d’Api, una delle frazioni acesi, e seguirlo fino in via Lazzaretto ad Acireale, luogo in cui i militari hanno deciso di bloccare l’autovettura e i suoi occupanti.

L’autista, appena sceso, ha gettato in terra una busta di carta per poi spingerla con il piede sotto l’auto. Mossa notata dagli operanti che, recuperando immediatamente la busta, vi hanno rinvenuto all’interno oltre 150 grammi di “marijuana”.

Sulla macchina, insieme con i pregiudicati, i militari hanno trovato il figlio di uno dei due di soli nove anni.

La droga è stata sequestrata mentre gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo