Anziana salvata dalla Polizia municipale e dai vicini a Gravina di Catania: in stato di semi incoscienza per due giorni

Intorno alle 13 una chiamata dai vicini della donna ai Vigili urbani li informava che da diversi giorni non si avevano notizie né della sua presenza all'interno dell'abitazione né di suoi spostamenti

Nel primo pomeriggio di ieri, 7 settembre, i Vigili Urbani di Gravina di Catania sono intervenuti, a seguito di una segnalazione da parte di cittadini residenti in via Carrubella 125, traendo in salvo una signora anziana di 84 anni che era rimasta per due giorni in stato di semi incoscienza all’interno della sua abitazione.

Intorno alle 13 abbiamo ricevuto una chiamata dai vicini della signora – ha dichiarato il comandante dei Vigili Urbani di Gravina Michele Nicosia – i quali da diversi giorni non avevano notizie né della sua presenza all’interno dell’abitazione né di suoi spostamenti. La nostra autopattuglia di servizio a Fasano è dunque intervenuta informando contestualmente il magistrato di turno. Intorno alle 14 abbiamo sfondato la porta con l’ausilio dei Vigili del fuoco. Abbiamo trovato la signora in stato di semi incoscienza all’interno della vasca da bagno in cui era scivolata, ancora vestita, non riuscendo a rialzarsi. Non aveva telefoni vicino a sé e, secondo quanto ci ha riferito, è rimasta due giorni in quella posizione purtroppo, sempre secondo quello che ci ha riferito, non ha alcun parente prossimo che vive qui in Sicilia. Adesso è stata trasferita in ospedale in ambulanza in attesa di avere notizie complete e accurate sullo stato di salute della signora”.

“Ringrazio la nostra Polizia locale e i Vigili del fuoco per la prontezza d’intervento – ha commentato il sindaco Massimiliano Giammusso informato dell’accaduto – ma soprattutto i concittadini che si sono preoccupati dell’assenza di notizie dalla loro anziana vicina”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo