Giarre, evade dai domiciliari per picchiare, con un guinzaglio, il vicino rumoroso. In manette

La vittima, medicata all’Ospedale di Acireale,  ha riportato un “trauma cranico con ferita lacero contusa” guaribile  in 15 giorni

I Carabinieri della Compagnia di Giarre hanno arrestato nella flagranza il 22enne Leonardo Cavallaro, poiché ritenuto responsabile di evasione, lesioni personali, violazione di domicilio e danneggiamento.

Disturbato dal rumore generato dal vicino di casa – che  stava pulendo dei tappeti con un battipanni –  armato di un guinzaglio per cani, è uscito dalla propria abitazione e, infrangendo i vetri di una delle finestre dell’immobile del confinante, vi si è introdotto per percuotere violentemente la vittima.

Dopo aver soddisfatto le sue pulsioni, ha lasciato il malcapitato in terra tornandosene tranquillamente in casa luogo in cui, l’equipaggio di una “gazzella” del Nucleo Radiomobile, intervenuto grazie al una chiamata al 112 fatta da alcuni passanti, che avevano sentito in strada le urla della vittima, lo ha trovato ancora con la parte in cuoio del guinzaglio in mano, poiché la catena, a causa della violenza dei colpi inferti, era caduta in terra a casa dell’aggredito.

La vittima, medicata all’Ospedale di Acireale,  ha riportato un “trauma cranico con ferita lacero contusa” guaribile  in 15 giorni.

L’arma impropria è stata sequestrata mentre l’arrestato, in attesa del giudizio per direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo