Catania, teneva la droga in camera da letto: in manette

Diego Verona, posto dinanzi all’evidenza dei fatti, ammetteva le proprie responsabilità, quindi si procedeva all’arresto e a porlo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

La Polizia di Stato ha arrestato il catanese Diego Verona (cl. 1998), responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Nella serata di ieri, nell’ambito delle attività finalizzate al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel popolare quartiere San Cristoforo, personale della Squadra Mobile ha predisposto un mirato servizio di osservazione, nel corso del quale notava un frequente andirivieni di autovetture e persone davanti un’abitazione ubicata lungo una delle vie più note del suddetto quartiere.

Insospettiti dagli anomali movimenti, il personale operante decideva di posizionarsi in un punto strategico che permetteva di constatare che, in maniera costante, altre vetture- dopo aver effettuato una breve sosta davanti la medesima abitazione e, dopo aver preso contatti con un giovane affacciato alla porta, riprendevano il loro tragitto.

Gli agenti entrati all’interno del predetto immobile identificavano il giovane, poco prima notato sull’uscio della porta, per Diego Verona, il quale alla vista del personale della Squadra Mobile lasciava trasparire un evidente stato di agitazione. Tale circostanza, induceva i poliziotti a ritenere che all’interno il giovane tenesse occultata della sostanza stupefacente. Giunti nella camera da letto, all’interno dei cuscini adagiati sul letto, gli agenti operanti rinvenivano e sequestravano 80 bustine in plastica, pronte per la cessione sul mercato, contenenti quantitativi differenti di sostanza stupefacente del tipo marijuana, 2 bilance di precisione e una cospicua somma di denaro, ritenuta provento dell’attività illecita.

Pertanto, Diego Verona, posto dinanzi all’evidenza dei fatti, ammetteva le proprie responsabilità, quindi si procedeva all’arresto e a porlo a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo