Biancavilla, lancia petardo contro curva tifosi ospiti: manette per un ultrà

Per fortuna solo tanta paura ma nessun ferito tra i tifosi ospiti. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato nella flagranza un 29enne del posto, già gravato da precedenti di polizia, poiché ritenuto responsabile di lancio di materiale pericoloso, scavalcamento ed invasione di campo in occasione di manifestazioni sportive, possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive, fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti.

È accaduto ieri pomeriggio all’interno del campo sportivo comunale “Orazio Raiti” dove, durante la disputa della gara di andata valevole la finale dei play-off del campionato nazionale di eccellenza tra le squadre “A.S.D. Calcio Biancavilla 1990 – Canicattì Calcio”, il giovane ha lanciato un grosso petardo artigianale, poi esploso, nella tribuna riservata ai tifosi ospiti. Immediatamente bloccato dai carabinieri presenti in servizio di ordine pubblico, è stato trovato in possesso di un altro mortaretto posto sotto sequestro.

Per fortuna solo tanta paura ma nessun ferito tra i tifosi ospiti. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo