Catania, due cinesi in manette: fermati in aeroporto con documenti falsi

I due cercavano di eludere i controlli mostrando passaporti della Corea del Sud, i cui cittadini non necessitano di visto per l’ingresso nel Regno Unito a differenza dei cinesi

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha arrestato due cittadini della Repubblica Popolare di Cina, Junjie Wang classe ’99 e Zhi Wen Zhou classe ’98 per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

I poliziotti della Polizia di Frontiera, intorno alle 12, durante un’attività di verifica documentale eseguita all’aeroporto di Catania, nei confronti dei passeggeri di un volo in partenza per Manchester si sono imbattuti in due stranieri che, cercavano di eludere i controlli documentali, mostrando ai poliziotti due passaporti ordinari della Corea del Sud, i cui cittadini non necessitano di visto per l’ingresso nel Regno Unito a differenza dei cittadini cinesi.

Gli operatori esperti in falso documentale, attraverso dei controlli effettuati anche grazie all’ausilio di strumentazione tecnica, sono riusciti nell’immediatezza a evidenziare i documenti contraffatti bloccando così i due cittadini cinesi che pensavano di farla franca.

L’attività svolta, ha ricevuto il plauso e ringraziamenti da parte delle Autorità Diplomatiche britanniche in Italia e, a conclusione degli atti di rito, gli arrestati venivano messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, che disponeva il rito per direttissima per la giornata odierna.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo