Catania, sequestro di droga in via Carro: un chilo e 300 grammi di marijuana in una casa abbandonata

Durante un normale servizio di controllo del territorio una pattuglia della Polizia di Stato si è soffermata all’interno del quartiere San Berillo

Nella mattinata di ieri, durante un normale servizio di controllo del territorio una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico decideva di transitare all’interno del quartiere San Berillo, ove già da tempo si assiste ad un crescendo di reati, in particolar modo afferenti allo spaccio di sostane stupefacenti, nonché legati all’incuria ed al degrado dovuto all’abusiva occupazione di immobili da parte di immigrati extracomunitari privi di domicilio certo.

Giunti all’interno della via Pistone gli operatori di Polizia decidevano subito di richiedere l’intervento della nettezza urbana, stupiti dal quantitativo abnorme di materassi, tende da campeggio ed altri effetti letterecci disseminati lungo le stradine e le vie limitrofe.

All’arrivo degli operatori ecologici, gli stranieri presenti iniziavano a manifestare con aggressività contro gli stessi e contro la pattuglia intervenuta in principio, che si vedeva costretta a chiedere tempestivo ausilio alla sala operativa.

All’arrivo dei poliziotti, i due gambiani, Lamin Sanneh, classe 97 e Kanuteh Bafoday classe 99, diventano sempre  più violenti tanto che, gli operatori hanno dovuto intraprendere una colluttazione con i due malfattori per poi definitivamente bloccarli e trarli in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni cagionate a un operatore di Polizia.

La reazione spropositata degli stranieri si acuiva quando gli operatori di Polizia si dirigevano verso la via Carro.

Ciò insospettiva gli operatori di Polizia, che attraverso un’immediata ispezione resa da parte dell’unità cinofila antidroga giunta nel frattempo, rinvenivano oltre 1 kg e 300 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, occultata all’interno di un immobile in stato di abbandono.

I due stranieri, in attesa della direttissima che si svolgerà in data odierna, sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Pizza Lanza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo