Caltagirone, controlli sul territorio e nelle attività commerciali

I servizi sono stati effettuati dai Carabinieri della compagnia di Caltagirone insieme con i dai colleghi del Nas e del Nil di Catania, della Guardia di Finanza e della polizia locale di Licodia Eubea

I Carabinieri della Compagnia di Caltagirone nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio, coadiuvati dai colleghi del Nas e del Nil di Catania, nonché con il contributo di personale della G.d.F. e della polizia locale di Licodia Eubea, hanno effettuato una serie di posti di controllo e di verifiche alle attività commerciali.

In particolare, al fine di garantire l’osservanza delle norme comportamentali del C.d.S. e soprattutto a seguito dei tragici incidenti stradali che hanno caratterizzato il recente passato nella provincia etnea, sono state elevate 73 contravvenzioni:

  • 1 per circolazione con veicolo con revisione ripetutamente omessa;
  • 1 per guida senza patente;
  • 3  per omesso uso delle cinture di sicurezza;
  • 4 per superamento dei limiti velocità oltre i 40 km/h e non superiore ai 60 km/h;
  • 26 per superamento dei limiti velocità oltre i 10 km/h e non superiore ai 40 km/h;
  • 34 per superamento dei limiti velocità non oltre i 10 km/h;
  • 1  per veicolo privo di copertura assicurativa;
  • 1 per rifiuto di custodire il veicolo sequestrato;
  • 1 per veicolo con caratteristiche o dispositivi non funzionanti;
  • 1 per guida con patente scaduta di validità.

A seguito dell’attività svolta è stata ritirata una patente e la sospensione di ulteriori quattro autorizzazioni di guida, nonché si è proceduto al sequestro di un automezzo ed al fermo amministrativo di un altro.

Ancora, sono stati controllati 44 veicoli e 63 persone tra le quali uno straniero, irregolare nel territorio nazionale, per il quale il prefetto di Catania ha disposto l’espulsione con accompagnamento alla frontiera.

Le ispezioni delle attività commerciali, effettuate su 4 esercizi pubblici, hanno determinato a carico di uno di essi l’emissione di una sanzione di € 516,00 per mancata emissione della ricevuta fiscale.

Nell’ambito dello stesso servizio, inoltre, i Carabinieri specializzati del NA.S. e del N.I.L. hanno effettuato il controllo di due aziende, operanti nel settore terziario, a seguito del quale è emersa la presenza di 4 lavoratori irregolari che svolgevano la loro attività in “nero”.

La constatazione dell’illecito, conseguentemente, ha comportato la denuncia all’autorità giudiziaria dei titolari delle società, nonché la relativa sospensione di essa e la sanzione amministrativa di €. 17.120,00.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo