Catania, uno in scooter senza casco, l’altro nei pressi della casa dell’ex moglie: due arresti per evasione

Entrambi dopo l'arresto sono stati nuovamente sottoposti al regime degli arresti domiciliari

La Polizia di Stato ha arrestato i pregiudicati catanesi Giovanbattista Pace (classe 1982) e Santo Messina (classe 1982) per evasione dagli arresti domiciliari. Nella giornata di ieri, personale delle Volanti ha effettuato arresti nel corso del normale servizio di controllo del territorio.

In un caso, si è trattato del catanese, Giovanbattista Pace, notato dagli operatori di Polizia alla guida di uno scooter, senza casco; nel corso del controllo, il personale constatava come l’uomo fosse attualmente sottoposto agli arresti domiciliari e autorizzato ad uscire per recarsi a lavoro. Tuttavia, veniva trovato alla guida di un ciclomotore e in violazione di svariate norme del Codice della Strada, nonché ben al di fuori del perimetro stradale connesso con il luogo di lavoro.

Pertanto, veniva arrestato e nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione del P.M. di turno.

Nel secondo caso, nel pomeriggio, è toccato a Santo Messina, trovato nei pressi dell’abitazione della ex moglie, nonostante un precedente allontanamento d’urgenza dalla casa familiare, disposto dall’autorità giudiziaria a seguito di un episodio di violenza denunciato dalla donna. All’arresto per evasione è conseguita nuovamente la sottoposizione alla misura restrittiva degli arresti domiciliari, in attesa di nuove determinazioni dell’autorità giudiziaria procedente.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo