Catania, ruba la borsa a un’infermiera del Garibaldi: presa in casa con la refurtiva

Mentre i militari sono sulle tracce dei complici della 40enne, la donna è stata agli arresti domiciliari in attesa di essere ammessa al giudizio per direttissima

I Carabinieri della stazione di Piazza Dante, coadiuvati  dai colleghi della Squadra Motociclisti del Nucleo Radiomobile del comando provinciale, hanno arrestato nella flagranza la 40enne catanese Vincenza Contrò, già gravata da precedenti in materia di reati contro il patrimonio, poiché ritenuta responsabile di furto aggravato in concorso.

Le pattuglie,  allertate dalla centrale operativa in merito all’avvenuto furto di una borsa all’interno del reparto di pediatria dell’ospedale “Garibaldi di Nesima” ai danni di un’infermiera, si sono immediatamente poste alla ricerca di una Lancia Y di grigia segnalata da alcuni testimoni come l’auto in uso all’autrice del reato.

Autovettura rinvenuta davanti il civico 51 di via Poulet, nel cuore del quartiere San Cristoforo, luogo in cui i militari hanno proceduto a individuare l’abitazione dell’intestatario del mezzo all’interno della quale hanno trovato la donna e la borsa sottratta all’infermiera.

La vittima, nel frattempo recatasi in caserma per formalizzare la denuncia, si è accorta che all’interno della borsa mancavano solo le chiavi di casa, circostanza che ha spinto i carabinieri ad inviare immediatamente nell’abitazione della stessa una pattuglia per evitare visite sgradite dei complici della ladra e dare la possibilità ai familiari di sostituire la serratura della porta d’ingresso.

Mentre i militari sono sulle tracce dei complici della 40enne, quest’ultima è stata relegata agli arresti domiciliari in attesa di essere ammessa al giudizio per direttissima.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo