Catania, ubriaco aggredisce gli agenti di Polizia: era evaso dai domiciliari

Gli agenti, a causa dei colpi ricevuti, sonio ricorsi alle cure dei medici che li hanno dimessi con prognosi di 30 e 10 giorni

La Polizia di Stato ha arrestato il pregiudicato catanese Federico Raffaele Nicolò (classe ’71) per evasione dagli arresti domiciliari e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio di volante, nel corso degli ordinari controlli finalizzati a verificare la presenza in casa dei soggetti sottoposti alla misura restrittiva degli arresti domiciliari, si recava nell’abitazione di Nicolò, il quale, non risultava presente in casa e, allertato dai familiari, vi faceva ritorno dopo circa 30 minuti.

Nicolò, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di bevande alcoliche, alla vista dei due poliziotti andava in escandescenza scagliandosi in modo improvviso e violento contro di loro, ma, dopo una breve colluttazione, veniva immobilizzato.

Gli operatori, a causa dei colpi ricevuti, erano costretti a ricorrere alle cure del locale nosocomio, dove venivano refertati con una prognosi, rispettivamente, di 30 e 10 giorni.

Pertanto, Nicolò veniva tratto in arresto per i reati di evasione, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e, su disposizione del magistrato di turno, trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo