Catania, non accetta la fine della relazione: picchia e tenta di strangolare l’ex compagno

La vittima, atterrita dall’angoscia di perdere la propria vita, grazie alla fiducia riposta negli operatori di Polizia, raccontava dei tanti episodi di violenza subiti nel corso degli anni e soprattutto negli ultimi mesi, a causa della gelosia e dell’incapacità dello straniero di accettare la fine della loro storia d’amore

La Polizia di Stato ha arrestato il pregiudicato marocchino O. H., (classe ’89) per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Nel corso della mattinata di ieri, personale delle Volanti ha condotto un complicato intervento di Polizia, finalizzato a far luce sul pestaggio di un uomo, giunto in ospedale con evidenti segni di strangolamento, costole rotte e lividi al volto.

Immediatamente si apprendeva che il soggetto era stato vittima di un pestaggio ad opera di un altro uomo, al quale era legato sentimentalmente da oltre sette anni; ne derivava una caccia all’uomo, durata un’intera notte, che si concludeva con la cattura del predetto O. H., con precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio.

Il malvivente veniva trovato ieri mattina all’interno di uno scantinato di via Teocrito, dove per sfuggire alla Polizia si era nascosto, saltando dalla finestra del proprio appartamento e scivolando attraverso la grondaia del condominio.

La vittima, atterrita dall’angoscia di perdere la propria vita, grazie alla fiducia riposta negli operatori di Polizia, raccontava dei tanti episodi di violenza subiti nel corso degli anni e soprattutto negli ultimi mesi, a causa della gelosia e dell’incapacità dello straniero di accettare la fine della loro storia d’amore.

Con la fragilità di chi teme ancora che parlare troppo possa rappresentare un rischio per sé e per un’amica di sempre, prezioso testimone oculare e coraggiosa alleata contro un individuo capace di ogni genere di violenza fisica e psicologica, la vittima ammetteva di non aver mai denunciato per paura di essere uccisa o nuovamente picchiata senza un briciolo di pietà.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo