Rugby, blocco campionati, ma l’Amatori Catania continua il suo programma di lavoro

L'Amatori Catania continua a testare i suoi giocatori dal punto di vista fisico e dal punto di vista tecnico-tattico

Programma mirato, lavori individuali e di gruppo. L’Amatori Catania continua a testare i suoi giocatori dal punto di vista fisico e dal punto di vista tecnico-tattico. Campionati fermi vista l’emergenza sanitaria, ma non bisogna mollare la presa soprattutto perché il finale di campionato sarà ricco di impegni con un calendario che verrà rafforzato per recuperare le giornate rinviate. Questo il pensiero dello staff tecnico dell’Amatori Catania che tira un bilancio di queste giornate un po’ atipiche: “Questa pausa imprevista e inaspettata, ha sconvolto un po’ i nostri piani e quelli di tutto il rugby nazionale. La situazione è molto complicata e dobbiamo però attenerci giustamente ai decreti ministeriali e alle decisioni della nostra federazione. Abbiamo rivisto un po’ i nostri allenamenti ed abbiamo approfittato di questo per lavorare molto dal punto di vista fisico grazie all’intervento del nostro preparatore Di Tunisi con dei richiami di preparazione. Stiamo affinando anche alcune soluzioni tattiche, ma soprattutto stiamo lavorando sulla testa dei ragazzi perché non è semplice, senza le gare di campionato, mantenere la giusta concentrazione. Siamo però sul pezzo e ci faremo trovare pronti alla ripresa delle ostilità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo