Secondo caso di coronavirus a Bronte. Calanna: “nessuno deve preoccuparsi”

I contagiati, che oggi sono isolati in quarantena, hanno preso la malattia altrove

Secondo caso accertato di coronavirus a Bronte. Lo rivela il sindaco Graziano Calanna in un videomessaggio rivolto alla città.

“L’Asp – afferma Calanna – lo ha ufficializzato, ma nessuno deve preoccuparsi. Il numero in futuro potrebbe crescere certo, ma a Bronte fortunatamente non c’è un focolaio. I contagiati, che oggi sono isolati in quarantena, hanno preso la malattia altrove. Continuiamo invece – ha concluso – a rimanere a casa e rispettare con diligenza e responsabilità quanto indicato nelle ordinanze”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo