Adrano, ai domiciliari, fermata mentre guida l’auto pur senza patente: arrestata

La donna aveva giustificato la sua uscita con la necessità di andare in guardia medica ma i relativi controlli l'hanno smascherata

Personale del commissariato di Adrano, nel corso della giornata di ieri, ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Catania nei confronti di Virginia Marcellino, di 26 anni, nata in Germania ma residente ad Adrano.

La donna era stata denunciata pochi giorni fa dallo stesso commissariato per il reato di evasione, oltreché per l’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare l’emergenza coronavirus nel territorio di Adrano.

La Marcellino, nonostante fosse sottoposta al regime degli arresti domiciliari nella propria abitazione, era stata notata dagli agenti della Volante mentre percorreva il viale della Regione a bordo della sua auto, una Fiat Punto, adducendo quale motivazione circa la sua presenza sul posto quella di essersi recata poco prima alla guardia medica.

Gli agenti, a quel punto, esperivano immediatamente le opportune indagini nel presidio sanitario e, avendo accertato che la Marcellino non vi si era mai recata, procedevano al deferimento della donna.

Gli operatori accertavano altresì che l’indagata non era in possesso della prescritta patente di guida per condurre la propria auto, né tantomeno che quest’ultima fosse coperta dall’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi: per tali motivi veniva sanzionata ai sensi del Codice della Strada.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo