Fase 2, in Sicilia mascherine obbligatorie anche all’aperto

L'utilizzo della mascherina non è obbligatoria per i bambini sotto i sei anni

E’ obbligatorio utilizzare da oggi, in Sicilia, dispositivi di protezione individuale, oltre al distanziamento sociale, anche nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Va bene la mascherine o qualsiasi altro strumento di copertura di naso e bocca. Ciascuno dovrà attrezzarsi perchè in qualsiasi momento il cittadino potrà proteggersi.

Secondo quanto recita la nuova ordinanza valida fino al 7 giugno, firmata ieri dal presidente della Regione, Nello Musumeci, l’utilizzo della mascherina non è obbligatoria per i bambini sotto i sei anni e per i soggetti con disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.

Nessun obbligo di mascherina o altro dispositivo di sicurezza durante l’attività fisica, a patto che si riesca a mantenere la distanza di 2 metri.

“Esorto i siciliani a portare la mascherina anche uscendo da casa, nei luoghi pubblici. Noi al momento non abbiamo posto sanzioni, ma oggi ho visto tanta gente senza mascherine all’esterno e ciò non toglie che tra qualche giorno metteremo sanzioni”. Lo ha detto il governatore siciliano Nello Musumeci intervenendo a Omnibus su La7. Musumeci ha sottolineato che “è sotto gli occhi di tutti che l’Italia non è omogenea dal punto di vista delle esigenze territoriali e dal punto di vista del dato epidemiologico, il Mezzogiorno se l’è passata meglio per una serie di contingenze ma anche per il senso di responsabilità degli abitanti e per le misure sane e lungimiranti di chi governa. La riapertura è chiaro che rappresenta innanzitutto una molla psicologica. Qui siamo nel deserto dell’economia e ognuno spera di guardare avanti con un minimo di prospettiva”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo