Catania, open days: oggi la seconda giornata dedicata ai dipartimenti dell’area delle Scienze della Vita

Domani la chiusura con i dipartimenti di Scienze sociali e umanistiche

Dopo il successo  della giornata di inaugurazione, dedicata ai dipartimenti dell’area delle Scienze Fisiche e Ingegneria, che ha visto la partecipazione di oltre 6.000 studenti (con oltre 30 mila visualizzazioni del video-promo dell’Ateneo) oggi si è tenuto – sempre in diretta streaming sul sito aunpassodate.unict.it – il secondo appuntamento degli Open Days dell’Università di Catania: tre giornate di orientamento alla scelta universitaria promosse dal Centro Orientamento, Formazione & Placement (Cof&P) e dedicate ai ragazzi del 4° e 5° anno delle scuole superiori di 2° grado, ai dirigenti scolastici e insegnanti delle scuole secondarie ai diplomati e, in generale, a tutti coloro che sono interessati a iscriversi o a trasferirsi all’Università di Catania e che potranno quindi avere tutte le informazioni necessarie per effettuare una scelta consapevole tra i 101 corsi di studio dell’Ateneo.

L’appuntamento odierno, condotto dallo studio di Radio Zammù dallo speaker Danilo Nuncibello, studente del corso di laurea in Ingegneria elettronica, e intitolato “Unict il mondo che immagini a un passo da te” era dedicato ai dipartimenti dell’area delle Scienze della Vita: Agricoltura, Alimentazione e Ambiente, Scienze biologiche, geologiche e ambientali  (ambito scienze biologiche e della natura), Scienze del Farmaco, Chirurgia generale e Specialità medico-chirurgiche, Medicina clinica e sperimentale, Scienze biomediche e biotecnologiche e Scienze mediche, chirurgiche e Tecnologie avanzate. I partecipanti hanno potuto conoscere anche l’offerta didattica e i servizi della Scuola Superiore di Catania, il centro di alta formazione dell’Ateneo.

Prima dei webinar sui corsi di studio, il programma dalla giornata è stato introdotto dalla video presentazione dei dipartimenti coinvolti e il benvenuto da parte del presidente del Cof&P Nunzio Crimi, del rappresentante dei docenti in seno al CdA dell’Ersu Salvo Cannizzaro e del delegato del rettore alla Comunicazione esterna e al rapporto con l’utenza Guido Nicolosi.

«Con questa nuova modalità – ha affermato il prof. Crimi – l’Ateneo ha trasformato le criticità dell’emergenza Covid-19 in una nuova opportunità. Gli Open Days online, infatti, hanno permesso di allargare la platea dei partecipanti e di raggiungere più scuole, mettendo loro a disposizione del materiale informativo che resta sempre consultabile. In questo modo, anche in un secondo momento, chiunque sia intenzionato ad iscriversi all’Università di Catania può conoscere in maniera dettagliata l’offerta formativa dell’Ateneo; inoltre chi ha già partecipato può rivedere i video per dissipare eventuali dubbi».

Il prof. Cannizzaro si è invece soffermato sulle misure straordinarie attuate dall’Ersu per fronteggiare questa emergenza: «Abbiamo fornito – ha spiegato il docente – aiuti ai ragazzi che sono rimasti in città, ad esempio dando loro pasti take away. Abbiamo operato la sanificazione delle residenze, abbiamo messo a disposizione degli studenti specializzandi e dei medici ospedalieri impegnati nella lotta al Covid -19 degli alloggi. Inoltre, abbiamo erogato i contributi a studenti siciliani che studiano in altre Regioni o all’estero e finanziato un sussidio straordinario per ragazzi a cui la crisi ha creato condizioni familiari particolarmente sfavorevoli. Abbiamo anche anticipato il pagamento delle borse di studio, assegnate dopo tanti anni a tutti gli idonei, e previsto il rimborso la tassa regionale per il diritto allo studio». Per quanto riguarda le prossime scadenze il prof. Cannizzaro ha ricordato «il bando sui sussidi straordinari di 800 euro (con scadenza domani) e il bando sui servizi (mobilità, ristorazione, alloggi) che uscirà prossimamente».

«Con questo evento – ha infine spiegato il prof. Nicolosi – vogliamo far sapere ai potenziali studenti che se scelgono il nostro Ateneo avranno accanto tutto quello di cui hanno bisogno per portare a termine fruttuosamente la propria carriera universitaria e per potere realizzare i loro sogni professionali. In questo periodo di crisi, l’’Ateneo di Catania si è dimostrato pronto, efficace ed efficiente; abbiamo rispettato il patto fiduciario con i nostri studenti e le loro famiglie continuando in totale sicurezza ad erogare la nostra offerta didattica. Siamo un Ateneo molto antico, ma proiettato verso il futuro, con un’offerta formativa di altissima qualità in un territorio e in una città dove si vive bene e che offre molte opportunità (musei, biblioteche, cultura, divertimento…)».

Dopo gli interventi introduttivi, sono seguite le video presentazioni dei dipartimenti coinvolti in questa prima giornata e, nel pomeriggio, la sessione webinar con chat live. Sono stati presentati i corsi di laurea con i rispettivi piani di studio; i partecipanti hanno inoltre potuto “visitare” gli stand virtuali, parlare con docenti e tutor per scoprire i servizi e le agevolazioni che sono messi a disposizione degli studenti e chiedere agli esperti d’Ateneo informazioni su come fare per immatricolarsi, iscriversi o trasferirsi da un altro ateneo. A conclusione della giornata un evento speciale: la proiezione in streaming del documentario “Secret of The Surface”, sulla vita e il lavoro della matematica Maryam Mirzakhani, immigrata iraniana negli Stati Uniti, diventata una superstar nel suo campo, prima donna a ricevere il premio più importante per gli studi matematici, la Fields Medal

Domani, mercoledì 20 maggio, a partire dalle 12, sempre sul sito aunpassodate.unict.it, si terrà la terza e ultima giornata dal titolo “Unict, la nostra storia per andare lontano” e dedicata ai dipartimenti del settore delle Scienze sociali e umanistiche: Economia e Impresa, Giurisprudenza, Scienze della Formazione, Scienze politiche e sociali e Scienze umanistiche e Scuola di Lingue e Letterature straniere di Ragusa.

Il programma prevede gli interventi della prof.ssa Teresa Consoli, delegata del rettore alla Didattica in ambito umanistico-sociale, della prof.ssa Francesca Longo, coordinatrice della cabina di regia per l’Internazionalizzazione e del prof. Filippo Stanco delegato del rettore alle Innovazioni tecnologiche per la Comunicazione e l’Informazione. Poi, le video presentazioni dei dipartimenti, la sessione webinar con chat live e a chiusura lo streaming gratuito del documentario in lingua originale (francese con sottotitoli in italiano) “À voix haute – La Force de la parole”, sul progetto “Eloquentia” dell’Università di Saint-Denis.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo